sabato 23 febbraio 2019

La Cioli cala il poker all'Aniene (4-1). Bertolini: "Quello che arriva da ora in poi, tutto di guadagnato"

Al PalaKilgour non si passa. La formazione di mister Rosinha bissa la splendida prestazione casalinga contro la Tombesi Ortona, imponendosi per 4-1 sulla Virtus Aniene 3Z. Apre e chiude Ervin Kola per la formazione di casa, per lui una doppietta come per Michal Raubo, al rientro dopo il turno di squalifica; la rete dei gialloblù è firmata da Chilelli al 14'. Ora è lecito sognare...

"Abbiamo iniziato carichi come al solito. Era uno scontro diretto, all'andata lo avevamo perso nettamente. Abbiamo sviluppato azioni su azioni; alle prime occasioni abbiamo fatto centro, ho imbucato palla per Ervin che l'ha messa dentro di mancino. La seconda rete è arrivata su azione personale di Michal e ci ha permesso di chiudere il primo tempo sul 2-0, con solamente due azioni dell'Aniene su una delle quali c'è stata una grande parata di Piatti su tiro di Chilelli. Nella ripresa siamo partiti sempre in modo propositivo, decisi a fare la partita, con la voglia di allungare il risultato; dopo il nostro terzo goal hanno messo il portiere di movimento e da li fino alla fine c'è stata una difesa ad oltranza da parte nostra che non gli abbiamo permesso di raggiungerci. In chiusura di match abbiamo avuto altre occasioni per buttarla dentro ma non siamo riusciti". Questo il sunto della gara direttamente dalla voce di Giovanni Bertolini. Quarta posizione raggiunta a scapito dell'Aniene. E adesso? "Si può sognare... Gli obiettivi della Società ad inizio stagione erano diversi; il nostro gruppo, la nostra squadra ha dimostrato di poter ambire a qualcosa di più. Quello che arriverà d'ora in poi sarà tutto di guadagnato; possiamo ambire ad avere un posto nei Play Off, vedremo nelle prossime partite, daremo tutto, proveremo a stare li tra le prime fino alla fine". Intanto pensiamo alla prossima sfida, in casa dell'Olimpus Roma. Hai molti amici lì, come la vivrai? "Sotto l'aspetto della partita, come le altre. L'idea di giocarci contro e rivederli mi fa felice, sarà comunque una gioia salutarli ma giocheremo all'Olgiata, contro l'Olimpus, in un campo che è un fortino nel quale è molto difficile far risultato. Daremo tutto. Li conosciamo molto bene, si tratta di una squadra molto fastidiosa, dovremo stare attenti su ogni pallone, ogni singolo secondo".

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.