sabato 28 ottobre 2017

Bacaro "sdraia" il San Paolo con una tripletta. 5-2 della formazione di Rosinha in Sardegna

Apre le danze Arco, poi la tripletta di Bacaro e la rete di Velazquez a chiudere le danze. La Cioli Ariccia Valmontone inanella il terzo successo consecutivo in altrettante gare e si conferma l'unica squadra a punteggio pieno, insieme alla capolista Mirafin che, però, non ha ancora osservato il turno di riposo ed ha una gara in più. La formazione di Rosinha vola in alto; al momento è in piena zona Play Off, in attesa dello scontro diretto di sabato con l'Active Network.
A fine gara ad analizzar e il match è l'allenatore in seconda, Marco Genovesi: "Il primo tempo si è concluso sul 0-3 ma avrebbe potuto, con più cinismo, finire con un punteggio più ampio per noi, viste le azioni create. Nella ripresa, pronti, via, abbiamo sbagliato due palle e su altrettante ripartenze la formazione di casa ha accorciato (3-2). Poi abbiamo ripreso a giocare e non c'è stata partita. La gara avrebbe veramente potuto concludersi con un risultato molto più ampio". Dopo la reazione del Cagliari è stato necessario fare qualcosa... "Co mister Rosinha abbiamo chiamato il time-out e abbiamo deciso di affrontare gli avversari con più calma, gestendo la partita, leggendola in modo migliore, nel modo che, di lì a poco, ci ha permesso di prendere il largo". La tripletta di Bacaro è stata importante in questo match, "tanto quanto gli altri due goal", come conferma Genovesi. "Lui è un leader, è il nostro capitano, fa sempre clamore quando segna una tripletta. E' stato il trascinatore di tutta la squadra e tutta la squadra ha risposto alla grande!" Prima marcatura per il giovane Arco che ha portato la Cioli Ariccia Valmontone in vantaggio: "Oggi è stato uno dei migliori in campo - conferma mister Genovesi - ha seguito i consigli che gli sono stati dati. La sua forza si è dimostrata. Oggi era imprendibile". Sabato al PalaKilgour arriverà l'Active Network, una formazione che sta facendo bene e contro la quale è vietato sbagliare... "Oggi non era semplice. Ma da ora inizia un altro minicampionato: affronteremo prima, seconda e terza e poi avremo lo scontro con l'Olimpus nella Coppa di Divisione. Ci faremo trovare pronti già dalla prossima partita, contro la Active. Sappiamo della loro forza e siamo convinti che loro conoscano la nostra".
 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.